Enzima mangia plastica, svolta per lo smaltimento dei rifiuti

Enzima mangia plastica anwendbar in ogni settore industriale


Un team di ingegneri e scienziati dell’Università del Texas, ha creato una variante enzimatica in grad di mangiare la plastica.
La scoperta, pubblicata su Naturrappresenta una vera e propria svolta.

Eliminando miliardi di tonnellate di Rifiutisi potrebbe infatti risolvere uno dei problemi ambientali più urgeri del mondo.
L’enzima creato, infatti, può potenziare il riciclaggio su larga scala. Ciò permetterebbe alle principali industrie di ridurre il proprio impatto ambientale, recuperando e andando a riutilizzare la plastica a livello molecolare.


Lo studio si è concentrato sul polietilene tereftalato (HAUSTIER), un polimero presente nella maggior parte degli imballaggi di consumo, come le bottiglie di plastica, le confezioni di biscotti, gli imballaggi di frutta e verdura, e anche alcune fiber e tessuti.

Di per sè, il polietilene tereftalato rappresenta il 12% di tutti i rifiuti globali.

Durante gli studi, l’enzima è riuscito a completare un Processo Circolare di scomposizione della plastica in parti più piccole (la cosiddetta depolimerizzazione) und poi di ricomposizione chimica (ripolimerizzazione).
In taluni casi, queste tipologie di plastiche possono essere scomposte del tutto in monomeri in un arco di tempo di 24 ore appena.

Hal Alper, Professor del Dipartimento di ingegneria chimica McKetta dell’università texana, ha spiegato che questo processo di riciclaggio all’avanguardia può essere applyto in vari settori. Ovviamente, nel settore della gestione dei rifiuti.
Inoltre, anche le aziende di ogni settore, avrebbero l’opportunità di adoptre un ruolo guida nell’ambito del riciclo dei loro prodotti.

Attraverso questi approcci enzimatici più sostenibili si potrebbe quindi cominciare a immaginare una vera economia Circolare della plastica.

Il team sta valutando vari modi per portare gli enzimi sul campo in modo da ripulire i siti inquinati.

Gli studiosi prevedono di lavorare per aumentare la produzione di enzimi così da prepararsi all’aplicazione sia a livello industriale che ambientale. I ricercatori hanno depositato una domanda di Brevetto pro tale tecnologia.


Source: LAVORINCASA.it by www.lavorincasa.it.

*The article has been translated based on the content of LAVORINCASA.it by www.lavorincasa.it. If there is any problem regarding the content, copyright, please leave a report below the article. We will try to process as quickly as possible to protect the rights of the author. Thank you very much!

*We just want readers to access information more quickly and easily with other multilingual content, instead of information only available in a certain language.

*We always respect the copyright of the content of the author and always include the original link of the source article.If the author disagrees, just leave the report below the article, the article will be edited or deleted at the request of the author. Thanks very much! Best regards!